La differenza tra DALI, DALI -2 e D4i

D4i è la nuova specifica DiiA che definisce il protocollo DALI nell’era IoT (Internet of Things).

Un esperto DALI sosterrebbe che D4i funzionerebbe perfettamente per DALI intra-apparecchio.

Dobbiamo aspettarci che sia così? E cosa definisce un intra-apparecchio?

Scopriamolo di seguito, incluso in che modo D4i differisce dalle altre versioni DALI.

dali 2 d4i una breve storia e introduzione 1

Cos’è Diia

DiiA è un altro nome per DALI Alliance e definisce un consorzio aperto e globale di aziende di illuminazione. Il suo obiettivo principale è sviluppare e far crescere un mercato per le soluzioni di controllo dell’illuminazione in linea con il protocollo DALI (Digital Addressable Lighting Interface) standardizzato.

La DALI Alliance è nata nel 2017 per soddisfare le richieste del settore per DALI-2. DALI-2 è un aggiornamento della versione 1 di DALI ed è un programma di certificazione verificato in modo indipendente. Questo programma di certificazione porta con sé la promessa di un’interoperabilità significativamente migliorata e di funzionalità aggiuntive, a differenza della versione precedente.

logo diia cmyk 700

Ora ti stai chiedendo, DiiA ha qualcosa a che fare con D4i? Praticamente, D4i rappresenta i lavori più recenti della DALI Alliance che si applica principalmente all’intra-apparecchio DALI-2 (più su questo sotto) e supporta DALI nell’era IoT. Pertanto, ecco come differiscono le 3 versioni DALI quando si tratta di DiiA:

  • DiiA è nato prima di DALI-2 e D4i ma dopo DALI versione 1 poiché DALI-1 è stato istituito negli anni ’90. Tuttavia, DiiA continua a gestire i marchi che si applicano a tutti e tre.

Informazioni di base su D4i

Storia di DALI

DALI è stato sviluppato alla fine del 1990 per soddisfare le esigenze del mercato di un controllo dell’illuminazione digitale e flessibile. È stato poi definito dalla IEC (International Electronic Commission) in IEC60929. È cresciuto immensamente per incorporare D4i (specifiche DiiA), che supporta DALI nell’era IoT.

DALI versione 1 prevedeva solo l’apparecchio di illuminazione (LED + Driver led), bus DALI, alimentatore Bus e dispositivi di input (interruttori).

Non c’erano dispositivi di controllo e i dispositivi utilizzati allora come tali erano proprietari e non avevano marchi DALI versione 1. Inoltre, i loro alimentatori bus non richiedevano test apparenti prima dell’uso e, pertanto, non erano autorizzati a utilizzare i marchi DALI versione 1. Pertanto qualsiasi dispositivo di controllo/alimentatore bus precedente a DALI-2 non può utilizzare il marchio DALI versione-1.

marchio dali logo 1

Affinché gli alimentatori abbiano il logo DALI-1, devono:

  • Essere registrati/elencati sul sito Web ufficiale DALI
  • Hanno superato i test DALI versione 1

Invento di DALI-2

La versione 2 di DALI si basa sulla versione 1 di DALI aggiungendo dispositivi di controllo, controller di applicazioni, più funzioni e, cosa più importante, è un programma di certificazione verificato in modo indipendente. I prodotti DALI-2 devono essere sottoposti a una rigorosa procedura di test e i risultati dei test vengono verificati in modo indipendente dagli organismi DALI per confermare che soddisfano i protocolli richiesti.

centro logo dali2 1

La procedura di test prevede regolari Plug fest, che sono eventi organizzati da DiiA, per consentire alle aziende associate di testare l’interoperabilità dei loro prodotti con quelli di altri produttori. Il programma di certificazione DALI migliora significativamente l’interoperabilità e aggiunge funzionalità alla precedente versione DALI-1.

I prodotti possono portare il programma di certificazione DALI-2 dopo aver superato i protocolli di prova di cui sopra, con verifica da parte di DiiA. Questa metodologia di certificazione non solo garantisce gli standard, ma promuove anche l’interoperabilità tra i driver led DALI-2 e i relativi controller.

DALI-2 comprende due applicazioni principali:

Inter-apparecchio anche Tradizionale

Il bus DALI collega una serie di apparecchi di illuminazione, distribuiti in un edificio.

autobus dali

Intra-apparecchio DALI-2

Questo è dotato di un bus DALI-2 che non esce dall’apparecchio ma si collega invece a un sensore/radio wireless all’interno dell’apparecchio. Questo sensore comunica con altre reti. Le specifiche dell’alimentatore D4i si concentrano principalmente su questo DALI-2 intra-apparecchio di seguito:

apparecchio intra

abilitando driver LED e apparecchi di illuminazione intelligenti in grado di segnalare un’ampia gamma di dati operativi, diagnostici e di inventario. L’IoT è inoltre possibile con l’aggiunta di specifiche di alimentazione che semplificano l’aggiunta di sensori e nodi di comunicazione wireless agli apparecchi di illuminazione.

Si noti che: le specifiche di alimentazione D4i si concentrano principalmente su DALI-2 all’interno dell’apparecchio.

D4i ora viene fornito con:

Specifiche dell’alimentatore

Comporta:

  • DALI Part 250 consente l’alimentazione del bus integrato all’interno dell’alimentatore, ad esempio i driver LED che possono alimentare dispositivi come i sensori sul bus. Questa PSU può essere abilitata o disabilitata per i sistemi con più PSU bus. Tuttavia, la certificazione D4i richiede che questa parte 250 sia inclusa con l’alimentatore del bus abilitato per impostazione predefinita.
  • DALI Part 150 è per l’alimentazione AUX. Questa parte consente un alimentatore a 24 V CC che può essere integrato nell’alimentatore o progettato come prodotto autonomo. È adatto se si dispone di dispositivi che richiedono requisiti di potenza elevata, ad esempio ricetrasmettitori wireless per l’intera città. La sua potenza massima è di 6W.

Dati D4i Specifiche per alimentatore

D4i è ora dotato di banchi di memoria DALI che memorizzano i dati in formati e posizioni standardizzati. Tali dati consentono di definire la gestione avanzata delle risorse e il monitoraggio delle prestazioni. I dati comportano:

  • DALI Parte 251 per i dati sugli apparecchi. Puoi accedere alle informazioni sul tuo apparecchio di illuminazione, ad esempio codice ID, emissione luminosa, CCT e CRI e distribuzione della luce dall’alimentatore, e decidere come gestire le tue risorse.
  • DALI Parte 252 per i report energetici. Puoi accedere ai dati in tempo reale sull’alimentazione e sull’utilizzo dell’energia per i tuoi alimentatori.
  • DALI Parte 253 – Diagnostica e manutenzione. La manutenzione predittiva è ora possibile dai dati in tempo reale per gli alimentatori e le lampade. Questi dati includono condizioni di errore e dati di runtime.

Nota: per ottenere una certificazione D4i sulla tua apparecchiatura di controllo, deve implementare la parte 250 e la parte 251-253. La parte 150 è facoltativa.

zaga 2

Specifiche D4i per i dispositivi di controllo

Viene con:

  • DALI Part 351 per dispositivi di controllo montati su apparecchi di illuminazione. Questa parte specifica quattro dispositivi di controllo (1-4) che possono essere alimentati tramite bus o alimentati esternamente utilizzando l’alimentatore AUX.
  1. Controller per applicazioni multi-master con/senza sensore. Alimentazione esterna
  2. Controller per applicazioni multi-master con/senza sensore. È alimentato esternamente o tramite bus.
  3. Controller applicativo multimaster opzionale con sensore, alimentato da bus.
  4. Controller per applicazioni single-master a scelta con sensore, alimentato tramite bus o alimentato esternamente.

Questa parte definisce anche altri ambiti per questi dispositivi di controllo come:

  • Requisiti per il consumo di energia
  • Un meccanismo per arbitrare tra più controller dell’applicazione
  • Una definizione di banco di memoria per dispositivi multi-master

Ricorda : per ottenere una certificazione D4i sul tuo dispositivo di controllo, dovrebbe implementare la parte 351.

Confronto tra DALI, DALI-2 e D4i

Funzioni esclusive di D4i

caratteristiche esclusive di d4i 2

Confronti nelle caratteristiche e specifiche per DALI, DALI-2 e D4i

D4i anche specifiche DiiA, basate sulla certificazione DALI-2. DALI-2 può funzionare senza D4i, ma D4i non può funzionare senza DALI-2. Pertanto, esaminiamo in che modo queste parti e specifiche differiscono tra i tre e in che modo D4i si basa su DALI-2.

Requisiti generali

IEC 62386 PartStatoApplicabile a
Test DALI-1
Applicabile per
Certificazione DALI-2
Stato per D4i
101- Sistema Allineato a DALI-2Si basa su DALI-2
102 – Ingranaggio di controllo Allineato a DALI-2Aggiunge più funzionalità a DALI-2
103 – Dispositivi di comando Allineato a DALI-2NoAggiunge più funzionalità a DALI-2

Requisiti specifici per l’alimentatore

IEC 62386 PartStatoApplicabile per
Test DALI-1
Applicabile per
Certificazione DALI-2
Stato per D4i
201 – Lampade fluorescenti Allineato a DALI-2N / A N / A
202 – Emergenza autonoma Aggiornamento per DALI-1 in corso
203 – Lampade HID Allineato a DALI-1N / A N / A
204 – Lampade alogene a bassa tensione Pubblicato come DALI-1N / A N / A
205 – Dimmer per lampade ad incandescenza Pubblicato come DALI-1Si baserà su DALI-2
206 – Conversione in DC ( 0/1-10V) DALI-1 pubblicatoPertanto si baserà su DALI 2
207 – Moduli LED Allineato DALI-2Applicabile a DALI-2
208 – Cambio Pubblicato come DALI-1Si baserà su DALI-2
209 – Controllo del colore Pubblicato come DALI-1 N / AFunzionerà su DALI-2

Requisiti specifici per i dispositivi di controllo/Input

IEC 62386 PartStatoDisponibile per
Test DALI-1
Applicabile per
Certificazione DALI-2
Stato D4i
301 – Pulsanti DALI-2 allineato N / ASi baserà su DALI-2
302 – Dispositivi di input assoluti DALI-2 allineato N / A Si baserà su DALI-2
303 – Sensori di presenza DALI-2 allineato N / A Funzionerà su DALI-2
304 – Sensore luce DALI-2 allineato N / A Si basa su DALI-2

Specifiche Diia

Queste sono le nuove funzionalità di D4i e non si applicano a DALI versione 1.

TipoParte DALIStatoDisponibile per certificazione DALI-2Disponibile per
Certificazione D4i
Forniture ausiliarie 150- Alimentazione ausiliaria Pubblicato
Ingranaggio di controllo
– Driver LED
250 – Alimentatore bus integrato Pubblicato
Ingranaggio di controllo
– Driver LED
251 – Dati apparecchio Pubblicato
Ingranaggio di controllo
– LED
252 – Dati energetici Pubblicato
Ingranaggio di controllo
– LED
253- Diagnostica e manutenzione Pubblicato
Dispositivi di controllo 351- Dispositivi di comando montati su apparecchi di illuminazione Pubblicato

Differenze nel modo in cui gestiscono i test e la certificazione

DALI Versione 1DALI Versione 2Re4i
Test
Procedure
I test di conformità si basano sull’autodichiarazione dei produttori. I risultati dei test non sono verificati in modo indipendente da DiiA.Comporta una fase di verifica per confermare che i risultati del test siano corretti e positivi. I test utilizzano ProbitLab2Il test è un’estensione di DALI-2, utilizzando ProbitLab2
Certificazione Il logo DALI-1 è disponibile per gli alimentatori registrati (driver) che hanno superato i test DALI versione 1 e sono elencati sul sito Web DALI.La certificazione DALI-2 è disponibile per i prodotti certificati che hanno superato i test DALI-2, con verifica da parte di DiiA.La certificazione D4i è disponibile per i prodotti che hanno superato i test DALI-2, implementano le nuove specifiche DiiA, con verifica da parte di DiiA.
Esposizione del prodotto
sul sito web
Nuovo Diia
specifiche
Non applicabileOpzionale, il che significa che puoi ottenere una certificazione DALI-2 senza implementare queste nuove partiNecessario per implementare le nuove specifiche per ottenere una certificazione D4i. DALI parte 150 (alimentazione AUX) è opzionale

Introduzione della certificazione D4i

D4i è un’estensione della certificazione DALI-2 con nuove specifiche obbligatorie. Affinché un dispositivo, ad esempio un alimentatore o un dispositivo di controllo, abbia la certificazione D4i, deve soddisfare i requisiti per la certificazione DALI-2. Dopo aver soddisfatto tali requisiti, deve implementare le nuove funzionalità obbligatorie D4i come:

  • I driver D4i devono implementare la parte (250) e la parte (251-253) di DALI che definiscono rispettivamente le specifiche di alimentazione e le specifiche dei dati per gli alimentatori.
  • I dispositivi di controllo D4i devono includere la parte 351 che standardizza ulteriormente i dispositivi di controllo.

La parte 150 per l’alimentazione AUX è opzionale per la certificazione D4i. Puoi decidere di implementarlo o meno senza che ti venga negata la certificazione. La certificazione D4i sui prodotti DALI-2 che soddisfano le nuove specifiche viene effettuata anche da DALI Alliance DiiA.

La certificazione D4i consente di utilizzare i marchi D4i. Tuttavia, questi marchi e certificazioni sono disponibili solo per i membri DiiA.

La differenza tra ZHAGA –D4i e D4i

La certificazione Zhaga-D4i è un programma congiunto basato su DALI intra-apparecchio che utilizza driver D4i con il sistema di connettori Zhaga. Questa combinazione introduce un sistema che consente un modo semplice e standardizzato di collegare sensori/nodi di comunicazione con apparecchi di illuminazione. Un ecosistema di prodotti per l’illuminazione di Zhaga-D4i consente apparecchi di illuminazione a LED intelligenti e a prova di futuro con connettività IoT.

Zaga – D4i Re4i
Loghi I prodotti certificati Zhaga D4i possono portare i doppi loghi di Zhaga e D4i che rappresenterebbero l’interoperabilità plug-and-play di sensori, nodi di comunicazione e apparecchi di illuminazione.I prodotti D4i certificati porteranno solo il logo di D4i che si basa sul DALI-2.
Certificazione
Procedura
1. Apparecchi
2.Dispositivi di controllo
1. Affinché gli apparecchi di illuminazione dispongano di una certificazione Zhaga-D41, devono contenere driver LED D4i confermati e devono essere conformi al libro Zhaga 18 e 20, inclusa l’interfaccia meccanica.
2. I dispositivi di controllo devono implementare le specifiche D4i, inclusa la parte 351. Dovrebbe anche essere conforme al libro Zhaga 18/20 che include l’interfaccia meccanica. Zhaga può quindi confermare la certificazione Zhaga-D4i per entrambi.
Gli apparecchi e i dispositivi di controllo porteranno il logo D4i dopo aver implementato le rispettive parti DALI.
Prodotti che
può essere Certificata
1. Apparecchi
2.Dispositivi di controllo
1. Apparecchi con presa Zhaga alimentata che può ospitare un dispositivo di controllo Zhaga-D4i. Tale apparecchio utilizza componenti D4i certificati, ad esempio driver LED D4i
2. I dispositivi di controllo sono dispositivi di controllo D4i certificati con un connettore Zhaga. Ad esempio, controlla i nodi che possono comunicare in modalità wireless con reti esterne.
1. Apparecchi che soddisfano le specifiche DiiA, ovvero parte DALI (250) e (251-253)
Dispositivi di controllo che implementano la parte 351

Esaminiamo la differenza in due applicazioni all’aperto: una con Zhaga-D4i e l’altra solo con D4i.

OpzioneSistema Zhaga-D4iSistema D4i
Dispositivi di controllo Nodo o sensore di comunicazione con Zhaga Book 18Nodo di comunicazione con DALI parte 351 (dispositivi di controllo montati sull’apparecchio)
Dispositivo di controllo Zhaga Book 18 per nodo ricettivoDALI parte 350
Autobus Bus DALI intra-apparecchioBus DALI intra-apparecchio
Alimentazione elettrica Alimentazione ausiliariaAlimentazione AUX opzionale
Autisti Driver D4iDriver LED D4i con alimentazione bus integrata e dati DALI
Ingranaggi di controllo LEDLED
Dispositivi di controllo Second Book 18 per sensori secondari.DALI parte 350 per sensori secondari.

Riepilogo

DiiA also DALI alliance è l’ente DALI che sviluppa e gestisce le nuove specifiche, oltre a gestire i marchi DALI-1 e DALI-2 ed eseguire la certificazione D4i.

D4i è la nuova specifica DiiA che si basa su DALI-2, abilita DALI nell’era IoT e le sue specifiche di alimentazione si concentrano principalmente su DALI intra-apparecchio.

D4i abilita DALI nell’era IoT in due modi:

  • fornendo un ricco set di dati che standardizza il modo in cui i dati vengono archiviati e accessibili dai driver e
  • Fornire specifiche di alimentazione che semplificano l’aggiunta di sensori e dispositivi di comunicazione agli apparecchi di illuminazione.

D4i si basa su DALI-2. Pertanto DALI-2 può funzionare senza D4i ma D4i non può funzionare senza DALI-2. DALI-1 e DALI-2 possono funzionare indipendentemente l’uno dall’altro.

La certificazione D4i è un’estensione della certificazione DALI-2 che richiede l’implementazione delle nuove parti DALI. La parte 105 è facoltativa per la certificazione D4i.

diia avvia la certificazione d4i dei led driver 1

D4i è compatibile con i sistemi di connettori con zoccolo che consentono il programma congiunto Zhaga-D4i. La certificazione Zhaga-D4i prevede una combinazione di parti di Zhaga e D4i. Questo programma congiunto abilita apparecchi di illuminazione a LED intelligenti e a prova di futuro con connettività IoT.

Post correlati

Sommario

dali ultimate guide 1

Per aiutarti a comprendere meglio la tecnologia di regolazione DALI, abbiamo creato un libro PDF di 30 pagine. Puoi ottenerlo gratuitamente oggi semplicemente inserendo la tua e-mail qui.

Scroll to Top